Il cammino

Ho rievocato il tuo sorriso incantato

quel consiglio sussurrato

al confessionale del cuore

Come fiori le tue mani solcate

accarezzavano il mio viso acerbo

Sono cresciuto con te

sorretto da ferme e miti parole

da simboli e figure

da sguardi gioviali

Passo dopo passo divenni uomo

e nel mio tardivo sapere

cercando la via interiore

la tua memoria in me splenderà


A Pasquale Antonio

(Gianni Di Milia)