Muscolo mio

Quel poco di me
s’amalgama in te

Nessuna parola
palesa la sposa

Del dì solare
che scaldò il focolare

Del muscolo mio
che non ebbe addio

Un giorno in più
morirei di virtù

Orfano d’un Dio
che pregò sul pendio
 

(Gianni Di Milia)