Ritorno

Prodigio di bellezza e poesia mai scritta

Cogli fra le mie stanche membra

L’ardimento mio vessato in un tempo senza fine

Quando fui miope e impercettibile

Dona a me il ritorno alla reale essenza

 

(Gianni Di Milia)