Tacito

L’ascolto

L’attesa

Il verbo non sussurrato

Tace dentro me

Non avendo parole

Racchiudo

Permeo

Affresco la tua figura

Orfano inespresso

Mi concedo alla memoria

come scintilla vitale

che torna all’origine

della sua circolarità

 

(Gianni Di Milia)